SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Anpi di San Benedetto del Tronto nell’ambito del programma di iniziative finalizzate alla ricostruzione delle vicende legate ai fatti resistenziali accaduti nel nostro territorio nel periodo 1943-1945, ha promosso un incontro presso il Centro Macrobiotico di Grottammare rivolto agli utenti e ai cittadini interessati alla conoscenza di quegli episodi.

Presenti all’incontro e relatori il presidente dell’Anpi di San Benedetto del Tronto Antonio Bruni, il vice presidente Giuliano Chiavaroli, il vice presidente provinciale Marco Morganti e Annelise Nebbia.

I relatori hanno intrattenuto i presenti illustrando episodi significativi della Resistenza in particolare quelli riguardanti la cosiddetta Banda Paolini, allora tenente e comandante della stazione della Guardia di Finanza di San Benedetto anche attraverso proiezioni di filmati, riportanti testimonianze dirette dei protagonisti di allora, la maggior parte dei quali inediti, facenti parte dell’archivio storico dell’Anpi di San Benedetto.

Sono stati ricostruiti i fatti che hanno portato alla criminale rappresaglia da parte di truppe tedesche e soldati nei confronti di undici innocenti contadini di Massignano in località Villa Vinci, uccisi barbaramente perché incolpati ingiustamente di aver ferito un soldato tedesco.

Ampio spazio è stato dato alla operazione Nebbia, partita dal porto di San Benedetto, illustrata dalla figlia Annelise, che aveva come obiettivo quello di portare in salvo i prigionieri fuggiti dai campi di prigionia di Servigliano e Monturano.

Tanti gli interventi da parte dei presenti i quali al termine dell’incontro, hanno sollecitato i responsabili dell’Anpi a continuare nella loro azione di diffusione soprattutto tra i giovani, di quegli episodi che hanno visto larga parte della nostra popolazione partecipe, ma che purtroppo sono ancora oggi poco conosciuti ai più.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 159 volte, 1 oggi)