SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una vittoria voluta, sperata e sofferta. I rossoblu, dopo la pesante sconfitta subita a Jesi, tornano in carreggiata e lo fanno grazie ai 3 punti ottenuti in casa contro l’Amiternina. Ad intervenire a seguito della gara il direttore sportivo Alvaro Arcipreti, il tecnico della squadra ospite Angelone, mister Mosconi, Franco e Borgese.

ARCIPRETI: “Oggi abbiamo fatto una gran partita. Molto molto gradevole. Dopo la sconfitta di Jesi era quello che ci voleva. E’ stato recuperato quanto perso domenica scorsa. La gara è stata interpretata bene e dobbiamo fare i complimenti a tutti perché siamo stati bravi. Da sottolineare la prestazione degli under che è stata di gran livello perché anche loro, tolte le paure, hanno fatto benissimo. Abbiamo ritrovato la nostra mentalità e questa deve durare nel tempo. In assoluto ora dobbiamo cercare di essere continuativi. Siamo contenti ma adesso dobbiamo continuare ad avere la testa di questa settimana. Anche il rientro di Borghetti ha dato molta più sicurezza al reparto difensivo”

ANGELONE: “L’arbitro ha commesso due errori. Il primo nel dare il rigore a Carteri e il secondo in occasione dell’espulsione di D’Angelo. Siamo in questa categoria da 3 anni e devo dire che il livello arbitrale della serie D è davvero scadente. Per quanto riguarda la partita se non fosse stato per il nostro portiere la Samb avrebbe siglato molti più gol. Nel secondo tempo la squadra ha dato tutto quello che poteva ed è riuscita anche a rendersi pericolosa. Ai ragazzi non posso rimproverare nulla. Fino ad ora abbiamo incontrato i club più forti e mi riferisco a Matelica, Maceratese e Campobasso. Posso dire che la Samb della prima mezz’ora di oggi è stata la squadra che mi ha impressionato di più”

FRANCO: “Voglio ringraziare il mister che mi da la possibilità di giocare e alla squadra che mi supporta. Queste prime sei giornate non sono stato me stesso. Oggi, grazie al gruppo, sono riuscito a dare quello che ho. Cerco sempre di dare il massimo ma adesso voglio fare ancora di più. L’importante era ottenere i 3 punti e accorciare le distanze”

MOSCONI: “Punti fondamentali ma non abbiamo ancora fatto nulla. La strada è tutta in salita. La squadra ha interpretato bene la gara e ha giocato palla a terra. Vittoria strameritata. Quando uno perde deve abbassare la testa e migliorare il più possibile. Questa settimana abbiamo subito diverse critiche ma non sempre queste fanno bene. Nelle difficoltà sarebbe opportuno stare il più vicino possibile alla squadra perché non facendo così si rischia di agevolare chi in questo momento, sotto il profilo della classifica, è più in alto. Noi abbiamo dimostrato di saperlo fare. Oggi a livello tecnico abbiamo disputato una buona prova. La difesa oggi ha fatto bene ma in generale tutti si sono comportati positivamente. Mi dispiace molto per D’Angelo. Noi vogliamo giocare così, il calcio mio è questo”

BORGESE: “Oggi ho fatto una buona prestazione. Abbiamo dato una buonissima risposta al risultato di Jesi. Oggi siamo stati un po’ sfortunati e poco cinici ma la vittoria è meritata. Siamo un bel gruppo e lavoriamo sempre per migliorare domenica dopo domenica. La prossima settimana non sarà facile perché il campo del San Nicolò è abbastanza ostico. La presenza di D’Angelo ci ha aiutato a giocare, rispetto alle altre volte, palla a terra”

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.116 volte, 1 oggi)