SAN BENEDETTO DEL TRONTO-L’idea di un software libero come Linux nasce negli anni ottanta, quando il software iniziò ad avere valore commerciale e le aziende facevano a gara per accaparrarsi i primi concept.

È proprio in questo periodo infatti che i programmatori da liberi di divulgare i codici sorgente vennero obbligati dalle aziende a firmare dei patti di non divulgazione, un vero e proprio ricatto legalizzato per i propri clienti che, avendo ormai i codici sorgente privatizzati e non potendo più modificarli secondo le proprie esigenze ,erano costretti a dipendere in tutto e per tutto dalle aziende di produzione. Nell’83 Stallman  fondò il progetto Gnu con l’intenzione di creare un sistema operativo completamente libero e grazie anche alla collaborazione di Linus Torvalds e della sua invenzione “Linux” nasce nel ‘91 Gnu/Linux  liberamente distribuibile e modificabile.

A San Benedetto , anche per quest’anno, non mancherà l’occasione per incoraggiare, diffondere e far conoscere alla cittadinanza la realtà del sitema operativo GNU/Linux, del software libero e della libertà digitale, tutto questo è il Linux Day.

L’appuntamento per tutti è a sabato 25 ottobre presso il centro giovani Giacomo Antonini di via Tedeschi 6, a partire dalle ore 15 e 30. “Si affronteranno diversi argomento,dal mondo dell’open source, alla sicurezza nella crittografia senza scordare i consigli sull’istallazione e le dimostrazioni interattive” ha dichiarato Mirco Varzè, tra gli organizzatori della giornata.

Per chiudere è stato presentato “Cowonica” (Coworking nella casa colonica), un progetto tutto nuovo con l’obiettivo di stimolare il confronto, lo sviluppo e la divulgazione di nuove idee sul campo della tecnologia e della comunicazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 236 volte, 1 oggi)