SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per la situazione di Viale De Gasperi spunta una terza ipotesi. Meno battuta fino ad oggi rispetto a possibili rotatorie o riaperture parziali dell’incrocio transennato, ma che sta prendendo piede nelle ultime ore.

L’idea sarebbe quella di chiudere definitivamente l’intersezione delle polemiche, potenziando al contempo quelli già esistenti, uno a nord, l’altro a sud.

Gli automobilisti che volessero svoltare da ovest a est potrebbero usufruire dell’incrocio situato di fronte alla clinica San Giuseppe, mentre chi all’altezza del liceo Scientifico volesse passare ad ovest girerebbe nei pressi della casa dell’acqua e del Parco Wojtyla.

In entrambi i casi si creerebbe una corsia ad hoc, grazie alla canalizzazione del traffico in uno spazio ricavato dall’eliminazione di diversi parcheggi. “Questi – dice il capogruppo del Pd, Claudio Benigni – verrebbero recuperati proprio ai lati dell’incrocio cancellato”.

Ciò renderebbe la viabilità più fluida, anche se il responso finale sul progetto dovrà giungere dagli Uffici competenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 648 volte, 1 oggi)