SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Save the Children è tra le  onlus più famose al mondo, con sede a Londra e presente in oltre 27 paesi del mondo, le sue attività principali riguardano la salvaguardia dei diritti dell’infanzia, dall’educazione fino ai maltrattamenti, passando per la mortalità infantile data dalla povertà di alcuni paesi.

Secondo i dati della Ong, nonostante un calo della mortalità mondiale del 49% dal 1990 al 2013, ad oggi continuano a morire ogni anno più di 6 milioni di bambini sotto i  5 anni per diarrea, polmoniti e altre malattie dovute nella maggior parte dei casi alle difficili condizioni di vita delle madri.

Proprio per contrastare la mortalità infantile è nata la campagna di Save the Children chiamata “Every One”, “questa campagna, grazie al patrocinio del comune di San Benedetto sbarca anche nella nostra città con una serie di iniziative che si dislocheranno tra ottobre e novembre” queste le parole di Anna Rosa Cianci di Save the Children Marche.

Una delle iniziativa è l’Sms solidale al numero 45508 con una donazione dai 2 euro in su si riceverà la matita dell’operatore sanitario, che una volta consumata, si può piantare perché contiene un seme di pomodoro pachino o di nontiscordardime. Venerdì 17 ottobre verrà installato un banchetto in Viale Secondo Moretti dalle ore 17 alle 19 e 30 dove, oltre alla divulgazione di materiale informativo,verranno anche dati gadget e palloncini rossi.

Seguirà l’evento di venerdì 23 ottobre alle ore 21, con la proiezione del film “Ricomincia da Oggi” di Bertrand Tavernier presso la sede della fondazione Libero Bizzarri in Via Gronchi 11. Infine ci sarà un convegno sulla genitorialità positiva dal titolo “A Mani Ferme” con la collaborazione dell’assessorato ai servizi sociali e alla cultura per dire no alle punizioni fisiche e alle umiliazioni contro i bambini. Il convegno si terrà il 20 e il 22 novembre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 309 volte, 1 oggi)