Giorno e notte da vivere intensamente – più di quanto si creda. Una ricchezza anche culturale ed economica che può essere valorizzata ancora

Un piacere e una sorpresa. Se durante la stagione estiva la Riviera delle Palme con il Piceno e il vicino Abruzzo hanno il periodo d’oro riguardante eventi e occasioni di svago, la decisione del nostro giornale, supportato dal portale gemello Piceno24.it, di dare spazio agli eventi del territorio anche durante l’inverno, si sta rivelando azzeccata, non solo per il nostro giornale ma anche per il Piceno tutto.

Riempire pagine di eventi, dalla cultura al cinema, dal teatro alle presentazioni, dal folclore alle feste, ha un significato che va al di là della mera riproposizione degli stessi. Il tema che ci piace riportare in questo articolo introduttivo al numero di questa settimana è che un territorio capace di esprimere tanta diversificata potenzialità ha una forza che spesso non viene compresa e, quindi, neanche ben gestita.

Due i protagonisti assoluti di questa settimana, anche se, come già spiegato, ben contornati da appuntamenti per tutti i gusti.

Da una parte, entra in scena, con l’autunno, la castagna, frutto per antonomasia di questa stagione: e gli appuntamenti in programma proseguiranno per tutto il mese e anche oltre, con una serie di “castagnate” che coinvolgeranno borghi e città, assieme a vino cotto, ciauscolo, salsicce e altre amenità culinarie. Si segnala in particolare Uscerno, frazione di Montegallo: qui, domenica 12 ottobre, ai piedi del Monte Vettore, 500 posti a sedere per una delle castagnate più apprezzate, con caldarroste al Caldarroste alla fiamma, all’anisetta, salsiccia alla griglia, polenta con guanciale e salsiccia, zuppone di farro e guanciale con salsiccia al pomodoro, e tanto altro.

Secondo evento di assoluto rilievo della settimana è ovviamente la festa di San Benedetto Martire, precisamente il 13 ottobre. Ad anticipare la ricorrenza sarà anche una mostra fotografica a cura di Alessandra Di Nicolò: “Obiettivo Paese Alto: il Torrione, il fascino e la memoria”.

Inoltre durante la Festa del patrono San Benedetto 2014 resteranno aperti e visitabili gratuitamente la Torre dei Gualtieri dalle 17 alle 24 e Palazzo Piacentini dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 21, dove sarà esposto il documento originale della traslazione delle reliquie del Santo del 1679.

In via Laberinto invece la festa sarà celebrata con una sorta di “happening” a partire dalle 18: fotografia, teatro, arte, moda, bellezza, letteratura, gastronomia. Tutti in un unico evento per la seconda edizione del festival della storica via sambenedettese.

Nel nostro giornale trovate poi anche delle interviste “da conservare”: dall’ex Marinaio Nicola Silenzi alla testimonianza di Renato Ciarrocchi in merito ad importanti vicende cittadine e relative alla Samb Calcio, per arrivare allo spazio dedicato ai nostri giovani che, purtroppo, a causa della crisi economica, sono costretti ad emigrare: questa settimana abbiamo ascoltato una giovane emigrante in Australia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 376 volte, 1 oggi)