SAN BENEDETTO DEL TRONTO  – Mentre in città si discute dei sensi di marcia del sottopasso di San Giovanni o dell’incrocio tra via Asiago e viale De Gasperi, un nervo scoperto della viabilità cittadina resta via Marsala, il cui doppio senso di marcia e doppia fila per il parcheggio sono spesso contestati per la pericolosità. A confermarlo a RivieraOggi.it è un cittadino qui residente che ci ha contattato lamentando come, qualche sera fa, “tornando a casa con l’automobile lo specchietto retrovisore ha colpito un’altra autovettura proveniente in senso opposto, e si è rotto. Questo avviene a causa dello spazio ridotto di transito che costringe spesso le automobili a sfiorarsi. Nel mio caso è la seconda volta in poco tempo che vengo colpito allo specchietto: si tratta di una spesa non altissima, 70-80 euro, che naturalmente però preferirei evitare specialmente se conseguenza di una strada che non ha le caratteristiche per ospitare il doppio senso di marcia”.

“Tra automobili ingombranti, camioncini, pullman e biciclette diventa davvero rischioso transitare per via Marsala. Auspico che la decisione di realizzare il senso unico arrivi presto” termina il cittadino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 627 volte, 1 oggi)