SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ha partecipato anche il sindaco Giovanni Gaspari all’incontro organizzato, il 30 settembre, da “Noi Samb” con le famiglie dei ragazzi che militano nel settore giovanile rossoblù. La presenza del primo cittadino è servita a fare il punto della situazione sul progetto dei campi nell’area Brancadoro. E’ proprio per la questione riguardante i campi, oltre che per il mantenimento dello staff, che quest’anno l’associazione gestisce il settore giovanile per conto della Sambenedettese, ha richiesto un contributo d’iscrizione alle famiglie.

Momento clou della serata, andata in scena all’Auditorium Comunale, è stato proprio il confronto con il sindaco che ha parlato di un dialogo costante con la proprietà della Sambenedettese che avrebbe annunciato la presentazione di un progetto relativo all’area Brancadoro dove, come lo stesso Gaspari ha rilevato, esistono aree a vocazione sportiva e altre a destinazione commerciale.

L’associazione Noi Samb ha preso atto dell’intenzione di valutare positivamente la proposta, per il momento solo annunciata, della società rossoblù e di vedere di buon grado il progetto. Il direttivo di Noi Samb ha anche confermato l’appoggio ai programmi della proprietà rossoblù e guarda con ottimismo e fiducia alle idee che la coppia Bucci-Moneti vuole mettere in campo.

L’associazione è consapevole che il tutto, naturalmente, si deve svolgere nella più totale chiarezza e trasparenza nell’interesse della città, della tifoseria e della proprietà stessa della Sambenedettese. Inoltre auspica, invitando in tal senso sia il sindaco sia i titolari della società rossoblù, che sulla vicenda avvenga un confronto chiaro e trasparente con la comunità cittadina sui contenuti del progetto e sugli accordi che il documento prevedrà.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.401 volte, 1 oggi)