GIULIANOVA – Circa 2 milioni di prodotti, per lo più componenti elettrici, occhiali di sole, articoli di cancelleria, per la casa e giocattoli destinati ai più piccoli, sono stati sequestrati dalle Fiamme Gialle di Giulianova nel corso di una mirata attività finalizzata alla repressione della commercializzazione di articoli non conformi agli standard di sicurezza europei (CE).

Il sequestro, eseguito nei confronti di un’azienda della capitale, gestita da un soggetto di nazionalità italiana, è stato operato nel corso di perquisizioni disposte dalla magistratura romana a seguito di indagini di iniziativa avviate dalla Compagnia di Giulianova nei confronti di altre società sedenti sul litorale teramano, riconducibili a soggetti di etnia cinese.

Il titolare dell’esercizio commerciale è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria capitolina per il reato di commercio di prodotti con segni falsi.

L’attività svolta nell’ambito del filone investigativo avviato nell’anno 2013 ha portato alla disarticolazione di un’intera filiera di aziende, dislocate tra Teramo, Napoli e Roma, dedite alla contraffazione, consentendo di togliere dal mercato illegale oltre 8 milioni di prodotti con il marchio “CE” contraffatto, privi dei requisiti minimali di sicurezza e di conformità, quindi potenzialmente nocivi per la salute dei consumatori, con la denuncia a piede libero di 4 persone alle quali era affidata la gestione aziendale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 210 volte, 1 oggi)