In effetti noi abbiamo spesso snobbato la serata di chiusura dell’estate sambenedettese organizzata da Bagni Andrea. Ma quando il privato con una semplice (si fa dire) iniziativa riesce a fare più promozione della pubblica amministrazione alla sua città, la notizia c’è e come.

 Non un grande sforzo perché l’Estate 2014 sarà ricordata sì per il maltempo ma anche per il vuoto di eventi che ha caratterizzato la riviera. Tante piccole manifestazioni per tanti piccoli contributi pubblici per accontentare più sambenedettesi possibili e non i turisti. Quindi senza lasciare segni rilevanti e in grado di veicolare il nome di San Benedetto del Tronto. 

Se tanto dà tanto, come si dice da noi, la prossima edizione che avrà il numero tondo (30) riserverà sicuramente maggiori sorprese e nomi ancor  più illustri rispetto alla ventinovesima. A quasi una settimana dalla kermesse abbiamo intervistato l’organizzatore e titolare dei bagni, Sandro Assenti.

*****

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è conclusa la ventinovesima edizione deLa notte degli Oscar che si svolge abitualmente ai Bagni Andrea dell’imprenditore Sandro Assenti.

Un edizione veramente speciale?

“Più che speciale particolare e dolorosa per me. L’abbiamo dedicata alla memoria dell’avvocato Giuseppe Di Ramio, recentemente scomparso in un incidente stradale, era un frequentatore assiduo del locale oltre che mio amico fraterno”

Sia la madrina che l’ospite non erano stati annunciati

“Preferiamo fare sorprese. La showgirl Anna Falchi con la sua bellissima presenza ha dato un tocco in più alla serata. Mentre devo confessare che Giancarlo Giannini non era nel cartellone ma devo ringraziarlo perché ha accettato l’invito del dottor Barboni, un mio amico. Il fatto che a fine serata era soddisfatto  per essere stato noi è per me motivo di orgoglio”

A chi sono andate le statuette?

“Sono state consegnate dalla madrina Anna Falchi in qeusto ordine;. la statuetta “Donna Andrea” è andata ad Angela Velenosi che organizzando rassegne culinarie, invitando anche cuochi pluristellati, ha dato un grande beneficio all’intera struttura. La statuetta “Immagine” è andata allo stilista marchigiano Luca Paolo Rossi, frequentatore abituale del mio locale, noto per essere il promotore del Made in Marche nel mondo della moda.  “Lady Andrea” è andata alla bellissima Mara Chiappini. “Saranno Famosi” è stata assegnata a Mattia Guzzini mentre Checco De Napoli si è aggiudicato la statuetta “Gigi Rizzi” che è una sorta di parodia per premiare il playboy estivo. Luca Buttafoco è stato premiato con l’Oscar per la gestione della sicurezza balneare essendo il presidente della Cooperativa Bagnini di Salvataggio”

La serata è stata condotta magistralmente da Daniela Gorini in collaborazione con Eleonora De Angelis.

Il tapiro?

“Il riconoscimento antitesi dell’oscar, è andato al dottor Gianni Zega. Un riconoscimento speciale anche a Fabio De Lillo attuale presidente onorario della Sambenedettese Calcio”

Più di 300 persone erano presenti alla cena di pesce, apprezzata molto da Giancarlo Giannini, e il numero è aumentato durante la serata. Sandro è già pronto nell’allestire la futura edizione che sarà la numero 30. Quindi, per questo trentennale, sarà sicuramente ancora più speciale e apprezzata.

*****

Un solo appunto: denominare “tapiro” il premio in negativo è un errore. Sia perché è scopiazzato ma anche perché dovrebbe avere un nome più sambenedettese. Non dico “buatte” che già è esistito ma qualcosa di simile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.304 volte, 1 oggi)