GROTTAMMARE – Il fondo per le spese di investimento si incrementerà di 80 mila euro. E’ l’importo della proposta che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale unitamente alla destinazione di tali fondi, derivanti dall’avanzo di amministrazione:  50 mila euro per realizzazione di nuovi asfalti, 20 mila euro per adeguamento di edifici alle norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e 10 mila euro per potenziamento di attrezzature e sistemi informatici.

L’argomento apre una serie di punti a tema finanziario che caratterizzerà la seduta consiliare del 29 settembre. I lavori avranno inizio alle ore 20.30 con l’illustrazione dell’interrogazione presentata dai consiglieri Giuliano Vagnoni e Tiziana Stampatori della Lista Concetti Sindaco in merito “al perdurare del blocco della via Mezzina all’altezza dell’incrocio con via San Pietro”.

Oltre all’avanzo di amministrazione, il consiglio cittadino valuterà  anche una proposta contenente alcune variazioni di bilancio, derivanti dalla presa d’atto di un taglio di 127 mila euro comunicato dal governo centrale nei giorni scorsi. Nella proposta del servizio Finanziario, il “vuoto” di risorse verrebbe così coperto: riduzione delle spese correnti, principalmente di natura amministrativa, per circa 30 mila euro, utilizzo del fondo di riserva per 29 mila euro e il resto con aggiustamenti tra capitoli di spesa.

Contemporaneamente, il bilancio si incrementa di nuove entrate: il contributo sulle spese sostenute per gli eventi atmosferici eccezionali dei primi di maggio, pari a 23515,21 euro. Un contributo da privati destinato al verde pubblico per 10 mila euro e altri 10 mila derivanti da un incentivo termico ottenuto per modifiche eseguite all’impianto termico.

Il successivo punto di ordine finanziario riguarda l’annuale scadenza del 30 settembre per la ricognizione sul grado di attuazione dei programmi dell’ente e sulla verifica degli equilibri di bilancio.

Torna all’attenzione dell’assise anche la Iuc-Imposta Unica Comunale, con alcune modifiche al regolamento, tra le principali: in ambito Imu, è stata prevista l’estensione anche alle pertinenze delle agevolazioni previste per gli immobili locati a canone concordato, purché tali pertinenze siano identificate nel contratto. Introdotta la perdita dell’equiparazione alla prima casa degli immobili posseduti da italiani residenti all’estero per via di una recente legge che ha disposto diversamente.

In ambito Tari-utenze domestiche, è stata migliorata l’esposizione dell’articolo del regolamento relativo alle esenzioni reddituali previste per la prima casa;  per quei nuclei ove sia presente un disabile o invalido al 100%, il valore Isee di riferimento è stato innalzato a 7500 euro ai fini dell’esenzione ed è stata introdotta una nuova fascia di riduzione del 50% per i nuclei con Isee tra 7500 e 10 mila euro. Inoltre, è stato meglio specificato l’articolo sulla determinazione degli occupanti ai fini del calcolo della tassa, in caso di variazione del numero.

In ambito Tari-utenze produttive, la novità contenuta nella proposta di modifica aggiunge tra le categorie aventi diritto a riduzione lo sconto del 50% alle strutture ricettive posizionate in luoghi di accesso impossibile per i mezzi di raccolta dei rifiuti.

All’ordine del giorno anche l’approvazione dello schema di convenzione per il rinnovo dell’affidamento del servizio di tesoreria. Chiuderà la seduta, la discussione sul primo atto dell’iter di spostamento del Parco Bau. L’area di via Salvo D’Acquisto, infatti, si sposterà più a est, in via Domenico Bruni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 232 volte, 1 oggi)