SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Via libera ai lavori in zona San Filippo Neri. La giunta ha approvato martedì il progetto preliminare per la riqualificazione del quartiere, per un importo complessivo di 250 mila euro. Si tratta di 100 mila euro in più rispetto alla cifra inizialmente stanziata dall’amministrazione comunale nel piano triennale delle opere pubbliche.

Il sindaco Gaspari ha illustrato le novità al presidente del quartiere Antonio Pompili. L’intervento diventerà presto esecutivo e cantierabile, dal momento che i soldi sono stati sbloccati dal patto di stabilità.

Occhi puntati soprattutto in Via Ferri. Qui saranno sistemati asfalti e marciapiedi, che versano in condizioni precarie. Per l’occasione, verrà istituito il senso unico di percorrenza a tempo determinato (da nord verso sud), che fungerà da test per una successiva e probabile conferma.

Sarà invece definitiva la direzione di percorrenza da sud a nord in Via Marsala, dopo anni di proteste e polemiche. Le diffidenze di residenti e negozianti sono state parzialmente superate dall’abolizione del progetto della pista ciclabile. Ciò consentirà il recupero di numerosi stalli auto. I parcheggi si ridistribuiranno a destra e a sinistra, in un’ottica di calming-traffic che genererà uno slalom utile alla riduzione della velocità delle automobili.

Attualmente le due corsie misurano 2,5 metri ciascuna, mentre la normativa italiana prevede un minimo di 2,7 metri cadauna, che diventano 3,5 se nella strada transitano gli autobus.

Ci si concentrerà infine su Via Manzoni e sul pericoloso incrocio tra Via Ferri e Via D’Annunzio. Accantonata l’ipotesi di una rotatoria, si studierà la sostituzione dei dossi spartitraffico ed un riordino generale dell’area.

“Esprimo la massima soddisfazione – dice Pompili – è stato compiuto un percorso partecipativo che porterà ad un restyling importante del quartiere per questo momento storico”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.332 volte, 1 oggi)