SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Squallida”. Non ha altri termini Pierfrancesco Troli per definire la divulgazione del falso episodio di vandalismo in Via Volturno. Vicenda che si aggiunge alla diffusione, due settimane fa, di un finto video che ritraeva due ragazzi in atteggiamenti intimi in mezzo alla strada a notte fonda. “Così facendo arrecano solo un danno alla città già abbastanza martoriata”, commenta con amarezza il presidente del quartiere Marina Centro. “Se il loro scopo era quello di ridere alle spalle di qualcuno, beh, contenti loro…”.

Troli vede nella messa in scena la chiara volontà di minimizzare il fenomeno della movida molesta, che da anni tormenta i residenti del perimetro che fa capo a Via Mentana. “Si è inventato un accadimento, che nella sua presentazione poteva sembrare eccessivo e triste, per gettare fango su un quartiere che invece di fatti del genere ne ha subiti e sopportati tanti. La cosa grave non sta tanto nel creare una falsa notizia, per la quale poi chi di dovere provvederà, ove ne sussistano le colpe, a punire questi idioti, quanto nel divertirsi a screditare un numero di cittadini ormai stufi di una certa situazione. Se poi si voleva fare tutto questo solo per additare chi si batte da anni per il problema movida molesta, sappiano questi burloni che il problema è della città intera, come si può vedere anche dalle recenti ordinanze sindacali”.

Il presidente difende infine le testate locali che hanno sempre fatto da megafono ad una preoccupante e reale situazione di disagio: “Se si voleva colpire un giornale, gli stessi burloni sappiano che quando i rappresentanti di quartiere o e sempre supportati da materiale audio o video, se non addirittura da testimonianze in prima persona”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.282 volte, 1 oggi)