GROTTAMMARE – Sociale, cultura e manutenzione del territorio sono gli ambiti a cui si rivolgono i volontari di “I care onlus” di Grottammare, l’associazione che ha recentemente firmato la convenzione con il comune per rendersi utile alla città.

Così, il parco volontari a disposizione del Comune, già attivo nel trasporto dei ragazzi disabili per attività extrascolastiche, nel trasporto degli anziani e nel trasporto persone verso i centri di riabilitazione (tramite la convenzione con i giovani dell’Azione Cattolica), si amplia ulteriormente grazie alle potenzialità promesse dall’associazione I Care, realtà locale in espansione alla quale aderiscono al momento una trentina di persone disponibili ad impegnarsi in più campi.

L’associazione, che è iscritta nel Registro regionale del  volontariato, ha già al suo attivo l’organizzazione delle Passeggiate culturali nel centro storico, progetto rivolto ai turisti nel corso dell’estate. I volontari hanno appena terminato alcuni lavori di bonifica nello spazio verde prossimo alla pineta Ricciotti, che l’amministrazione cittadina vorrebbe destinare al Cser Casa di Alice, e hanno svolto piccoli lavori di manutenzione ordinaria anche all’interno della struttura.

Opere che non hanno prezzo per l’assessore all’Inclusività sociale, Clarita Baldoni: “La convenzione con l’associazione I Care è un altro atto importantissimo per la nostra città, in quanto il volontariato è l’unica risorsa al momento disponibile per poter dare qualche risposta alla cittadinanza, e sono fermamente convinta che fare volontariato di questi tempi aiuti molto di più chi lo fa di chi lo riceve”.

L’associazione I Care si sta anche dedicando alla costituzione di una Banca del Tempo a Grottammare: “ll tempo verrà scambiato con altro tempo. Un progetto a cui tutti i cittadini sono invitati a partecipare”. Per saperne di più ci si può rivolgere direttamente al presidente Marco Bruni, www.assoicare.org.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 313 volte, 1 oggi)