SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 19 settembre è stato riscontrato un inquinamento da olio lungo il canale consortile, nel tratto finale in prossimità dello sbocco in mare in zona Sentina. Sono prontamente intervenute l’Arpam e la Polizia Municipale con il suo nucleo di tutela ambientale supportato dai tecnici della ditta Cia Lab.

Mentre il personale del settore opere pubbliche, su indicazione dell’Arpam, ha provveduto a collocare in prossimità della foce dei sacchi di sabbia per evitare che la sostanza inquinante finisse in mare, sono subito partite le indagini per appurare la fonte dell’inquinamento. Al momento quest’attività è ancora in corso. In ogni caso si è trattato di un fenomeno piuttosto limitato che non dovrebbe avere conseguenze sull’ambiente circostante il fosso collettore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 471 volte, 1 oggi)