SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Convocata dal sindaco Giovanni Gaspari,si è tenuta una riunione per fare il punto sulla ripresa dei lavori di sistemazione della rete fognaria di via Monte Conero e, più in generale, di zona Ragnola.

Vi hanno preso parte il presidente del Comitato di quartiere Ragnola Gianni Siliquini, l’ing. Massimo Tonelli della Ciip e Danilo Turla della Turla Costruzioni, la ditta che ha in appalto l’intervento di sistemazione del canale scatolare che corre lungo via Monte Conero.

Secondo quanto emerso dall’incontro, le difficoltà incontrate nei lavori con i conseguenti ritardi più volte denunciati dagli abitanti della zona sono legati alla complessità dell’intervento, dovuta a grosse ostruzioni di detriti e residui di lavorazioni edili molto difficili da rimuovere anche con l’ausilio di speciali macchinari appositamente fatti arrivare.

Ciò comporterà la necessità di rivedere le condizioni economiche dell’appalto.

Ciip e ditta sono riusciti a trovare la formula amministrativa migliore per poter riprendere l’intervento, che vedrà prima di tutto la chiusura di una delle due vasche di sedimentazione previste nel progetto, quella già realizzata nel tratto più a monte di via Monte Conero.

I lavori dovrebbero quindi riprendere e, verosimilmente, terminare entro il mese di ottobre.

Il progetto complessivo elaborato dalla Ciip per porre rimedio al problema degli allagamenti prevede inoltre ulteriori opere che non potranno iniziare prima di qualche mese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 189 volte, 1 oggi)