SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Scalfari conosceva bene l’Europa a dieci, evidentemente non conosce quella a ventotto”. David Sassoli – ex mezzobusto del Tg1 ed oggi vicepresidente del Parlamento Europeo – punge il fondatore di “Repubblica”, reo di aver snobbato in un editoriale del 31 agosto la nomina di Federica Mogheri ad Alto rappresentante Ue per la politica Estera e la Sicurezza.

“Questa nomina – scrisse Scalfari – non ha alcun contenuto di sostanza. Lo avrebbe se ci fosse preliminarmente una cessione di sovranità degli Stati nazionali all’Ue, della politica estera e di quella della difesa. Senza quelle cessioni Mogherini può esercitarsi nell’emettere pareri e via col vento. Mi domando perché, sapendo perfettamente tutto questo, Renzi abbia puntato su quella carica e non su altre ben più consistenti: gli affari economici, la concorrenza, l’eurozona, la gestione del bilancio comunitario, l’assistenza dell’Unione alle zone economicamente depresse e tante altre mansioni che la Commissione esercita”.

Sassoli, a San Benedetto nella giornata di sabato per discutere di pesca, turismo e caccia, non ha rinunciato ad una replica piccata: “Scalfari è rimasto indietro, i suoi giudizi non rappresentano bene la situazione attuale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 389 volte, 1 oggi)