ANCONA – In Consiglio Regionale si è discusso sul delicato tema delle centrali biogas. Il presidente Gian Mario Spacca ha tenuto a rilasciare il suo pensiero sulla questione. “Il governo regionale delle Marche ha sempre operato nel massimo rispetto del principio di legalità e trasparenza, nonostante l’ambiguità delle scelte statali e le contraddizioni della normativa”.

Secondo il presidente la complicazione è dovuta ad altro. “Un enorme e complesso problema giuridico creato dal legislatore nazionale, ogni altra interpretazione è priva di fondamento e tutto ciò è stato dimostrato dai fatti”.

Infine Spacca ha ribadito: “La giunta ha agito con responsabilità e apertura al confronto. Quindi nessuna colpa può essere imputata al governo regionale rispetto alla delicatissima e complessa situazione che si è determinata sul versante della valutazione d’impatto ambientale, in particolare per gli impianti di produzione di energia da biomasse e biogas. Anzi, il governo regionale si è dovuto fare carico di responsabilità altrui e ne paga ingiustamente le conseguenze“.

La disputa, probabilmente, continuerà e non terminerà qui.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 276 volte, 1 oggi)