SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In seguito all’approvazione da parte del Consiglio Comunale di San Benedetto del Tronto del Piano di Gestione e del regolamento della Riserva Naturale Regionale Sentina, si è reso necessario l’avvio di una serie di azioni volte alla sensibilizzazione dei fruitori sulle nuove norme e finalizzato a sanzionare eventuali comportamenti illeciti.

Per questo motivo è stata recentemente rinnovata la convenzione con le Guardie Ecologiche Volontarie (Gev) della Provincia di Ascoli Piceno che già da alcune settimane sono operative sul territorio della Riserva.

Nella giornata di sabato 30 agosto, dieci Gev, in collaborazione con il personale della Riserva, hanno effettuato un sopralluogo congiunto lungo il litorale della Riserva Sentina per una massiccia attività di informazione a tutti coloro che erano presenti.

In particolare è stata evidenziata una delle principali novità introdotte dal regolamento, ossia il divieto di accedere e transitare lungo la fascia a tutela integrale, ad eccezione della battigia e dei sentieri segnalati. In base a questa norma, il semplice passaggio o stazionamento fuori dai sentieri, sulla duna e nella zona retrodunale sarà oggetto di sanzione amministrativa (da 25 a 1.032 euro).

La fruizione compatibile della Riserva passa attraverso il rispetto delle regole, aspetto fondamentale anche in considerazione del fatto che questo lembo di territorio ospita ambienti e fauna unici lungo i 400 chilometri di costa Adriatica compresi tra i laghi del Gargano e le zone umide Romagnole.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 386 volte, 1 oggi)