SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La posizione degli armatori sambenedettesi riguardo l’elezione di Silvia Merlini, amministratore delegato di Gem Elettronica, a rappresentante del porto presso la Camera di Commercio è stata ufficializzata in una conferenza stampa tenuta insieme alla stessa Merlini e Corrado Peroni, presidente di Federpesca.

La marineria si è detta soddisfatta della nomina, in seguito alla loro opposizione alla proposta da parte di Confindustria di eleggere Rolando Rosetti, a capo della Iscar Cavi e del CNS; il seggio di rappresentante del porto è riservato ad iscritti alla confederazione, cosa che ha spinto gli armatori a discutere con il presidente della sezione provinciale Bucciarelli. In seguito a queste discussioni la nomina è stata affidata a Silvia Merlini, che ha dichiarato di essere “pronta a collaborare con i pescatori e con Federpesca”.

La nomina può rappresentare un punto di svolta per il porto sambenedettese, che sta vivendo un momento di crisi: la marineria ha dichiarato di voler ora continuare con le proprie proposte di messa in discussione delle regolamentazioni europee per la pesca. Pietro Ricci è stato inoltre eletto rappresentante dell’area Marche Sud nel consiglio direttivo di Federpesca.

Il presidente di Federpesca Peroni ha aggiunto che il clima era stato esacerbato da “eventi scandalosi, come il fatto che i pescatori attendano da più di un anno i loro assegni di cassa integrazione riguardanti il 2013″, e che l’elezione di Silvia Merlini potrà migliorare le condizioni di lavoro anche per quanto riguarda l’ingresso del porto di San Benedetto, ritenuto troppo stretto e troppo poco profondo – per quest’opera, i fondi europei sono già stati stanziati da quattro anni.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 540 volte, 1 oggi)