SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nei cuori di ogni vero sambenedettese c’è la sua voce, il suo modo di porsi, le sue storie. Giovanni Quondamatteo, scomparso pochi mesi fa, ha scritto centinaia di poesie oltre a barzellette e motti in rigoroso dialetto sambenedettese, quello appreso fin da bambino tra i vicoli del centro cittadino e la dura vita da marinaio. Ecco da dove nasce l’idea di una serata in ricordo proprio di Giovanni, che si svolgerà allo Chalet Brasil, concessione numero 39 del lungomare sambenedettese, venerdì 5 settembre a partire dalle ore 21.30.

Video degli anni ’80, spezzoni radiofonici, testimonianze e ricordi omaggeranno la memoria di Giovanni Quondamatteo. Ad intervenire, con la moderazione del giornalista Pier Paolo Flammini, saranno lo storico Gabriele Cavezzi, il giornalista Nazzareno Perotti, direttore di Riviera Oggi, il nipote Primo Angellotti, curatore dell’ultima raccolta di poesie di Quondamatteo, “Lu Caléje“. Durante la serata saranno presenti anche altri familiari, amici e conoscenti di Quondamatteo, in modo da garantire una piena testimonianza della sua vita e della sua opera.

Parteciperanno anche gli attori della compagnia “Fuori di Testo” che interpreteranno alcune poesie e metteranno in scena alcune delle storie che, attraverso la poesia, rappresentano un omaggio alla vita sambenedettese del Novecento.

L’ingresso è libero. Per informazioni 3289519554 e 345508522

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 579 volte, 1 oggi)