SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “L’idea per il futuro è spostare le manifestazioni di prodotti tipici locali nell’area portuale”. Fabio Urbinati butta un occhio al futuro immaginando una nuova location per Anghiò e il Festival del Brodetto, che traslocherebbero da Piazza Giorgini.

Nessuna novità invece per l’edizione 2014 de “Lu Vredétte”, anche se non esistono ancora certezze su durata e data dell’appuntamento. “L’obiettivo – prosegue Urbinati – è far rientrare quel piatto in quasi tutti i menù dei ristoranti della città. Stiamo lavorando affinché la domanda del turista sia sempre più elevata”.

L’assessore alle Attività Produttive fotografa poi la situazione delle sagre sul territorio sambenedettese. Negli ultimi giorni d’agosto si svolgerà quella del Pesce Spada in Piazza Montebello e della Pizza Campana all’ex galoppatoio. “La prima rientra nella festa del quartiere Marina Centro e ogni comitato può muoversi autonomamente, mentre la seconda è localizzata in un punto specifico. Ci si concentrerà si prodotti specifici come alici e frutti di mare. Le sagre in città nella stagione turistica si contano nelle dita di una mano, non so se i comuni limitrofi possono dire altrettanto. Il problema non esiste”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 704 volte, 1 oggi)