SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La campagna di resoconto e di ascolto del Partito Democratico approda a San Benedetto. Venerdì 29 agosto in Piazza Andrea Pazienza, a partire dalle 21.30, i democratici incontreranno la cittadinanza per presentare il report di legislatura del quinquennio 2010-2015 e per porre i paletti in vista delle elezioni regionali della prossima primavera.

Interverranno il segretario Francesco Comi, gli assessori e i consiglieri regionali del Pd. Si finirà certamente col parlare del destino di Gian Mario Spacca, pronto a correre per il terzo mandato.

“Il nostro statuto – dichiarò Comi alla nostra testata lo scorso giugno – prevede che gli iscritti non possano candidarsi più di due volte consecutive, mentre per il Parlamento il limite è tre volte”. A non gradire il possibile tris del presidente sono soprattutto i renziani, con un fastidio che invece si estende a macchia d’olio nel territorio piceno, fatta eccezione per il sindaco Giovanni Gaspari, unico vero sponsor di Spacca nel sud delle Marche.

A finire sotto la lente d’ingrandimento sarà pure la situazione del primo cittadino sambenedettese, possibile candidato al consiglio regionale. Una volta promosso a Palazzo Raffaello l’eletto dovrà scegliere tra le due poltrone. Va però capito se, in caso di reale partecipazione alla gara, il sindaco deciderà di dimettersi in anticipo o di aspettare più comodamente l’esito delle votazioni.

“Non potrà decidere autonomamente”, avvisò Comi. “Le valutazioni verranno fatte dal gruppo dirigente del partito, decideremo la regola da applicare e quell’orientamento varrà per tutti. Si tratta di una questione politica seria, non sceglieranno i singoli“.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 342 volte, 1 oggi)