ACQUAVIVA PICENA – Il decoro e la pulizia del territorio restano uno degli obiettivi primari dell’amministrazione comunale Acquavivana che, al fine di sanzionare i comportamenti di chi non rispetta le regole del porta a porta spinto, ha avviato, in collaborazione con la Picenambiente, alcuni controlli dei sacchi lasciati fuori dei giorni e degli orari consentiti.

I controlli effettuati dai vigili urbani, che si ripeteranno ogni settimana, il cui servizio viene sostenuto anche attraverso l’introduzione di un terzo vigile part time e a tempo determinato, hanno già consentito di elevare i primi verbali.

A ulteriore sostegno dell’attività di controllo condotta dal corpo di polizia municipale del Comune di Acquaviva Picena, dall’11 agosto, sono operative le Guardie Ecologiche, con cui il 6 agosto è stata sottoscritta la convenzione, che vede anche in questo caso la partecipazione della Picenambiente, che sosterrà inizialmente il costo delle Guardie.

Le problematiche ambientali derivanti dallo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e la nuova imposizione fiscale derivante dall’introduzione prima della Tares e ora della Tari, rendono sempre più necessario spingere verso l’incremento della raccolta differenziata e il riconoscimento di riduzioni ai cittadini che si comportano correttamente.

I risultati in termini di percentuale della differenziata stanno arrivando, avendo Acquaviva Picena raggiunto una percentuale del 64%, con punte mensili del 69%.

L’impegno dell’amministrazione guidata dal sindaco Rosetti, insieme alla PicenAmbiente, è quello di introdurre un sistema di tracciabilità che consenta di arrivare alla tariffa puntuale che andrà a vantaggio di chi rispetta le regole della raccolta differenziata.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 538 volte, 1 oggi)