SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono nuovamente balneabili le acque marine antistanti la foce del torrente Albula.

L’Arpam di Ascoli Piceno ha infatti comunicato mercoledì 13 agosto, l’esito dei nuovi prelievi effettuati in data 9 agosto dai quali risulta che i valori degli inquinanti sono rientrati nei limiti di legge.

Su proposta dello stesso organo di tutela sanitaria, dunque, il sindaco Giovanni Gaspari ha firmato l’ordinanza che revoca il precedente provvedimento di divieto di balneazione alla foce del torrente emesso il 29 luglio scorso.

“Grazie al protocollo d’intesa siglato alcuni mesi fa con Arpam e Comuni del comprensorio – dichiara l’assessore all’ambiente Paolo Canducci – la nostra Polizia Municipale con il supporto dei loro colleghi di Acquaviva e Monteprandone ha avviato verifiche per comprendere da dove provengano gli elementi inquinanti. E’ stata individuata la causa e siamo al lavoro per porvi rimedio ed evitare che il problema si ripeta in futuro”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 261 volte, 1 oggi)