CORROPOLI – Rinvenuto un cadavere in un casolare a Corropoli. A dare l’allarme è stato un uomo che abita nelle vicinanze che, sentendo un odore nauseabondo provenire dal casolare, usato come rimessa per attrezzi agricoli, si è avvicinato  facendo la macabra scoperta.

Sul posto si sono portati i carabinieri della compagnia di Alba Adriatica, diretti dal capitano Raffaele Iacuzio, il sostituto procuratore della Repubblica,Bruno Auriemma, e l’anatomopatologo Giuseppe Sciarra che ha effettuato la ricognizione cadaverica. Proprio da questa ricognizione si è potuto stabilire che il corpo rinvenuto appartiene a Luciano Di Monte, pensionato 64enne, scomparso nei giorni scorsi in Val Vibrata.

Dalle prime ricostruzioni potrebbe trattarsi di suicidio, nella rimessa è stata ritrovata anche una corda, anche se il sostituto procuratore Bruno Auriemma ha comunque disposto l’autopsia per chiarire tutti gli aspetti della vicenda.

Di Monte avrebbe così deciso di togliersi la vita a pochi metri dalla propria abitazione. Seguono aggiornamenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.500 volte, 1 oggi)