SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Impossibilitati a partecipare nella realizzazione della realizzazione”. Il centrosinistra sbotta nuovamente contro il presidente della Commissione d’Inchiesta sul Riviera delle Palme, Pierluigi Tassotti: “Per l’ennesima volta non si smentisce. Dopo che l’organismo, per oltre un anno, ha lavorato senza chiedere alcun apporto a tutti i consiglieri presenti in Commissione, ci troviamo di fronte ad un vero e proprio colpo di mano”.

Secondo la maggioranza, Tassotti “sapeva benissimo che in questo periodo non c’era la nostra disponibilità ad essere presenti nella giornata dell’8 agosto”. Nonostante ciò, “esercitando con arroganza il suo ruolo, ha voluto per forza fissare la seduta”.

“Alla luce di questa ennesima prevaricazione e chiusura – si legge ancora in una nota congiunta – vogliamo ribadire che non condividiamo un documento frutto dell’iniziativa del tutto unilaterale del presidente, il quale peraltro si è servito, in maniera indebita, di consulenti esterni e ha di fatto escluso i consiglieri di maggioranza dalla possibilità di dare un apporto fattivo alla redazione del documento finale. E’ evidente che Tassotti cerca ancora una volta lo scontro politico invece di esercitare il proprio ruolo istituzionale non rispettando le finalità e gli obiettivi assegnati alla commissione dal Consiglio Comunale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 924 volte, 1 oggi)