SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tre giovani donne di etnia zingara, il 5 agosto, si sono introdotte forzando il portoncino di ingresso, in una abitazione di via Colleoni intorno alle ore 10 e quindi in piena mattinata, dove con ogni probabilità credevano che non vi fosse nessuno.

All’interno, invece, vi era una donna che dormiva e veniva svegliata dai forti rumori provocati dal tentativo di scassinare la porta di ingresso. Nel frattempo veniva allertato il 113.

Una volta entrate le tre donne accortesi della presenza della proprietaria si davano alla fuga inseguite dalla stessa. Una delle giovani ladre vistasi bloccata, tentava di divincolarsi colpendo e graffiando la proprietaria che riportava lesioni guaribili in 4 giorni.

Mentre ciò accadeva arrivava la volante del Commissariato e un poliziotto della Polizia Stradale di Rieti in vacanza a San Benedetto che collaborava attivamente.

Due delle tre ragazze venivano fermate, mentre la terza si dava alla fuga.

Venivano condotte in Commissariato dove si accertava che una era addirittura tredicenne e pertanto veniva affidata ai servizi sociali e segnalata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Ancona, mentre l’altra ventiduenne, al settimo mese di gravidanza veniva tratta in arresto per tentata rapina.

Per ciò che riguarda la terza ci sono buone possibilità che venga identificata presto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.672 volte, 1 oggi)