SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Più che una Notte Bianca una sagra di paese”. I giovani di Forza Italia annientano l’atteso appuntamento di sabato sera, elencando difetti e pecche in serie. “Un evento pieno di aspettativa, definito diverso, nuovo e culturale. Non abbiamo notato nulla di tutto ciò. Non basta cambiare nome ad una manifestazione per cambiarle la sostanza. La Notte di Mezza Estate si è rilevata una grande delusione”.

I ragazzi berlusconiani, ai quali s’è accodato pure il gruppo consiliare azzurro, fa notare come la musica si confondesse con quella che ciascuna attività aveva organizzato con i propri dj a seguito. “Anche i negozi non sono parsi troppo pieni – osservano – ma a dire il vero abbiamo trovato molto carina la scelta scenografica creata attraverso il posizionamento delle vele dipinte lungo il viale centrale. Ci auguriamo che esse possano restare li in bella mostra anche nei prossimi giorni”.

Per il 2015 si spera in un cambio di rotta. “Prima dell’evento abbiamo evitato di entrare in polemiche strumentali e abbiamo atteso per capire e constatare la differenza. L’aspettativa è stata delusa, la nuova notte non ha entusiasmato. San Benedetto ha bisogno di una idea migliore ed innovativa, con un evento clou e di spessore, e non di una versione copia incolla modificata nel contenitore ma non nel contenuto. Per la Notte Bianca invernale avranno tempo per migliorare”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.899 volte, 1 oggi)