CATANIA – La chiusura del bellissimo pomeriggio del miglior beach soccer nazionale è affidato alla super sfida fra i padroni di casa della DomusBet Catania e l’Happy Car Sambenedettese, fresca vincitrice della Supercoppa di Lega. La posta in palio basta da sola per dare motivazione alle due squadre.

La gara è subito viva e la Samb parte bene trovando anche il vantaggio con Jordan. La DomusBet non si scompone più di tanto e, con calma, riprende le sue operazioni d’attacco con Gabriel che impegna severamente Carotenuto. Aumenta la pressione etnea ma la via del gol prende ancora una volta la strada di Sambenedetto. Jordan è lesto a sfruttare un’indecisione fra Platania e Del Mestre e a siglare il raddoppio marchigiano. I rossazzurri non sono fortunati, complice anche un’attenta retroguardia della Samb e, quando riescono a superarla, si divorano con Fred un gol praticamente fatto. Il numero 10 siciliano si fa perdonare all’8′ quando riesce ad accorciare insaccando da distanza ravvicinata. Il finale di tempo è molto bello e le occasioni non mancano ma, né Zurlo, né Fred, riescono a pareggiare i conti prima del fischio. Match duro per i padroni di casa e lunghe fasi di studio sulla sabbia del BetClic Beach Stadium del Lido Azzurro di Catania. La porta marchigiana è stregata per i padroni di casa e anche la Samb si presenta formazione arcigna e ben messa in campo. Il Catania non ci sta e studia il modo di arrivare al gol ma l’incantesimo dura ancora. Palo clamoroso di Fred al 7′ e barba al palo su tiro Gabriel. Lo stesso Gabriel colpisce la traversa dopo una conclusione precisa da almeno 30 metri qualche minuto dopo. Carotenuto toglie una palla strepitosa da sotto la traversa e difende il vantaggio dei rossoblù marchigiani. Manca un solo minuto quando Rodrigo aggancia, affronta due avversari e da posizione defilata regala il pareggio alla DomusBet Catania. Sul finale di tempo ancora Jordan pericoloso ma Del Mestre sventa. Terza ed ultima parte di gara per volare in semifinale e l’arena si scalda. Il tifo catanese spinge la palla in rete con Rodrigol. Lo scatenato numero 13 semina il panico e timbra il sospirato vantaggio, 3 a 2. La situazione però varia ancora e non potrebbe essere altrimenti fra due team del genere. La Samb torva il pari con l’aiuto di un errore di Del Mestre che non trattiene il tiro di Jordan e poi, torna ad inseguire a causa del gol su tiro di punizione trasformato da Bruno Novo. I beachers etnei rispondono con l’ennesima traversa di Fred e fanno di tutto per riprendere il comando di questa gara ma, gli affondi, si rivelano nulli.

Sugli spalti cresce il sostegno per i propri beniamini ma non c’è nulla da fare per la DomusBet che sbatte su una Sambenedettese trasformata dalla vittoria della Supercoppa che si toglie anche la soddisfazione di estromettere dalla corsa tricolore proprio una delle maggiori accreditate alla vittoria finale.

“Siamo stati bravi a crederci sempre – è stato il commento dell’allenatore Oliviero Di Lorenzo – anche quando loro ci avevano rimontati. Ora non vogliamo fermarci, siamo tra i primi quattro d’Italia e a questo punto speriamo di migliorare il terzo posto della passata stagione”.

La Happy Car affronterà l’Anxur Trenza Terracina per conquistare la finalissima.

“Senza Perez infortunato e con Palma che nel corso della partita ha accusato un fastidio muscolare – ha detto un entusiasta presidente Roberto Ciferni – abbiamo compiuto un vero e proprio miracolo sportivo”.

Ecco il tabellino della gara. DomusBet Catania: Del Mestre, Gabriel, Silvestri, Franceschini, Platania, Bosco, Fred, Be Martins, Rodrigo, Urso, Zurlo, Vitale. All: Soares

Happy Car Sambenedettese: Carotenuto, Leghissa, Pastore, Jordan, Di Maio, Soria, Palma, Bruno Novo, Marazza, Juninho, Addari, Comello. All: Di Lorenzo

Arbitri: Matticoli (Isernia), Di Mauro (Isernia)
Reti: 2′ pt Jordan (S), 4′ pt Jordan (S), 8′ pt Fred (C); 11′ st Rodrigo (C); 1′ tt Rodrigo (C), 4′ tt Jordan (S), 4′ tt Bruno Novo (S).
Note: Ammoniti Vitale (C).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 316 volte, 1 oggi)