SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Costruirsi la propria casa si può. Il Comune di San Benedetto mette a disposizione a prezzi calmierati un’area edificabile in Via Tonale, su cui avviare un programma di edilizia sociale partecipata. I cittadini potranno così contenere i costi, pagando oltretutto il mutuo con decorrenza dal momento in cui si inizia ad usufruire del bene. “Coprirà al 100% l’investimento – spiega l’assessore all’Urbanistica Paolo Canducci – i futuri abitanti si assoceranno in cooperativa e, insieme al soggetto gestore, individuato a seguito di un bando, realizzeranno le opere apportando un monte ore di lavoro volontario in cantiere nella qualità di manovali”.

Ogni nucleo familiare selezionato dovrà garantire un monte ore complessivo pari a 700 ore da effettuare nel tempo libero extralavorativo (ferie, giorni liberi, turni di mezza giornata) entro un periodo di durata non superiore ai diciotto mesi.

“Per accedere alle case popolari occorre un reddito molto basso”, spiega l’assessore al Sociale Margherita Sorge. “Così facendo diamo risposte alla fascia grigia, ai soggetti con un reddito medio e impossibilitati ad accendere un mutuo. Il prezzo di mercato di un appartamento a San Benedetto è di circa 3 mila euro a metro quadrato, con questo progetto si scende a 1600 euro al metro quadro”.

Il numero degli alloggi previsto oscillerà tra gli 8 e i 14, di un’ampiezza compresa tra i 50 e i 100 mq. Il prezzo si potrebbe ulteriormente abbattere qualora il Comune si imponesse nel bando regionale che mette a disposizione complessivamente 1,6 milioni, da distribuire per tutte le Marche.

Gli aspiranti autocostruttori dovranno avere avere la residenza da almeno due anni nel territorio rivierasco, non possedere altre proprietà immobiliari, avere un Isee non superiore a 39.701,19 euro e non avere mai avuto assegnazioni di alloggi realizzati con contributi pubblici. La manifestazione di interesse dovrà essere redatta entro venerdì 5 settembre. “Speriamo che partecipino giovani coppie, che spesso sono costretti a lasciare la città per l’elevato costo immobiliare”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 617 volte, 1 oggi)