CATANIA – Inizia a Catania l’ultimo importantissimo impegno agonistico della Happy Car Samb che sarà impegnata (in qualità di vincitrice della Coppa Italia 2013) prima nella finalissima della Supercoppa contro i campioni d’Italia uscenti del Milano e poi nella Final Eight per l’assegnazione dello scudetto 2014. Per la formazione del mister Oliviero Di Lorenzo è l’occasione per conquistare il suo secondo trofeo in questa appassionante disciplina che nella Riviera delle Palme ha attecchito facilmente tanto da rendere possibile il sogno di uno stadio sulla sabbia disponibile da maggio a settembre. Di fronte c’è il fortissimo Milano che nell’ultima tappa delle qualificazioni ha sconfitto i sambenedettesi per 4 a 0.

“Tengo molto a questo trofeo che potrebbe arricchire la nostra bacheca – ha dichiarato alla partenza per Catania il presidente Roberto Ciferni – proveremo a portarci a casa la super coppa con le unghie, nello stile che da sempre caratterizza la nostra Samb”. Il programma prevede per il 30 luglio, alle 17.30, la finale della Supercoppa (telecronaca e diretta su Rai Sport 2) mentre il 31 luglio, il primo e il 2 agosto, si combatterà per il tricolore.

Questi i giocatori convocati: Carotenuto, Comello, Pastore, Leghissa, Bruno Novo, Di Maio, Marazza, Addarii, Juninho, Jordan, Soria, Perez e Palma.

“Abbiamo bisogno di tranquillità e fortuna – commenta il tecnico rossoblu Di Lorenzo – per vincere la Supercoppa, come accade ogni volta che un trofeo si aggiudica in una gara secca. Siamo concentrati a puntino e vogliosi di fare bene. Se vinciamo questo trofeo l’euforia potrebbe portarci a fare molto bene anche nella finale scudetto, nonostante tutti gli osservatori neutrali considerino Catania imbattibile in casa propria”.

La Happy Car dovrà appunto vedersela nel primo incontro contro i padroni di casa della Domusbet Catania, ripensando magari proprio alla finale di Coppa Italia dello scorso anno nella quale i sambenedettesi batterono proprio i siciliani. Le altre partite del primo turno delle finali scudetto sono Anxur Trenza-Ecosistema Panarea Catanzaro, Terracina-Milano e Viareggio-Canalicchio Catania.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 385 volte, 1 oggi)