MARTINSICURO – Hanno allestito un vero e proprio “centro commerciale abusivo all’aperto” sui tratti di spiaggia libera del litorale truentino. Carretti, banchetti e bancarelle mobili che vendono di tutto, dall’abbigliamento ai libri. Nonostante il blitz dei carabinieri dei giorni scorsi, gli abusivi sono tornati numerosi in spiaggia e i commercianti locali hanno ripreso  la loro protesta sui social networks, corredandola di foto e video, e tornando a chiedere un intervento tempestivo delle autorità.

Nonostante i ripetuti solleciti all’amministrazione – dicono i commercianti truentini – ad oggi ci troviamo ancora ad assistere ogni giorno a venditori abusivi che piazzano banchi, carrelli e carretti occupando centinaia di metri quadrati di spiaggia libera. Tutto questo sotto gli occhi di tutti e senza che nessuno faccia niente.

Comprendiamo che è impossibile fare interventi settimanali, ma almeno farne uno al mese, sequestrando la merce,  ma soprattutto le attrezzature, come è stato fatto ad Alba Adriatica o a San Benedetto del Tronto.

Le nostre attività sono fortemente colpite dalla crisi,  dal maltempo e  dalla mancanza di turisti, se aggiungiamo anche questa concorrenza sleale ed illegale, allora  saremo costretti davvero a chiudere.

Ogni amministrazione che si rispetti deve tutelare gli interessi dei propri cittadini, specialmente in questi momenti di grande difficoltà, ci aspettiamo un intervento deciso dei nostri amministratori”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 729 volte, 1 oggi)