SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Come consuetudine, la serata conclusiva del Maremoto Festival sarà dedicata alle sonorità del reggae e della black music. Domenica 28 luglio si partirà alle 21 con la proiezione del documentario sulle leggendarie dancehall del “Mamanera Reggae Boom Beach”, un lavoro che racconta la realtà e la storia della spiaggia reggae più calda d’Europa attraverso le voci degli ospiti di Heavy Hammer Sound System, crew di casa in Salento.

A seguire, si alterneranno i live set di “Nikkè”, cantante che spazia dal reggae all’hip-hop, dal più classico cantautorale all’elettronica, dalla bossa nova al punk-rock, e di “Claver Gold”, rapper marchigiano che si sta affermando tra i migliori esponenti dell’hip hop italiano.

Dopo la mezzanotte e lo spettacolo dei fuochi d’artificio della Festa della Madonna della Marina, si esibiranno i “Train to Roots”, gruppo sardo da anni tra i protagonisti della scena reggae italiana con alle spalle un percorso artistico intenso e ricco di soddisfazioni. In quasi dieci anni “Train to Roots” ha forgiato i sette elementi che oggi possono vantare un curriculum di tutto rispetto, ricco di collaborazioni al fianco di artisti internazionali.

A chiudere l’edizione 2014 del Maremoto Festival saranno “Mudimbi” (rapper originale che lavora scrivendo rime su lavori dubstep, dancehall, ma anche techno e funky e porterà nell’area ex galoppatoio il suo primo disco intitolato “M”, un Ep di 5 tracce e diversi generi musicali, ed un nuovo videoclip per il primo singolo estratto “Balb & Tando”) e il dj set reggae dancehall di “Labo Sound” che farà ballare il pubblico fino all’alba.

Come ogni sera dalle 19 ci sarà l’aperitivo “Maremosso” nell’area ristoro. Si potranno degustare ottime birre artigianali e street food di qualità. L’ingresso è gratuito. Per informazioni 3348462642 e 3335099339, www.maremotofestival.it e  facebook.com/MaremotoFestival.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 382 volte, 1 oggi)