GROTTAMMARE – Un modulo prefabbricato del gruppo di Protezione civile comunale si trova da qualche giorno sulla banchina nord del porto di San Benedetto del Tronto, a disposizione della Guardia di Finanza.

Lo ha stabilito la giunta comunale, deliberando la concessione a titolo gratuito del prefabbricato “nell’ottica della collaborazione tra amministrazioni pubbliche finalizzata ad ottimizzare l’utilizzo delle risorse a disposizione dell’interesse generale”.

Il manufatto (delle dimensioni di metri 2,70x12x3), infatti, non era attualmente utilizzato e, secondo gli accordi, verrà restituito alla Pc comunale in caso di necessità. Nel frattempo, verrà adoperato per funzioni istituzionali a supporto delle attività della Guardia di Finanza in ambito portuale.

Soddisfatto il sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini: “Siamo molto orgogliosi di essere stati utili alla Guardia di Finanza. In un momento come questo, la collaborazione di soggetti che appartengono allo Stato è l’unica strategia vincente, per raggiungere più in fretta e meglio gli obiettivi che salvaguardano i beni comuni”.

La consegna del prefabbricato da parte del primo cittadino è avvenuta alla presenza del tenente colonnello Vincenzo Caci, comandante del Reparto aeronavale della GdF di Ancona, e del Luogotenente Giuseppe Giampà, comandante della sezione operativa navale della GdF di San Benedetto del Tronto.

“Ringrazio il Sindaco, l’Amministrazione comunale e la Protezione Civile del comune di Grottammare, per la concessione del modulo prefabbricato  – dichiara il Colonnello Caci – che indubbiamente, in piena aderenza al processo di spending review dettato dall’Autorità di Governo, va a migliorare la capacità di supporto logistico al dispositivo operativo della componente navale della Guardia di Finanza, quotidianamente impegnata a tutela degli interessi economico-finanziari della collettività”.

Presenti anche i funzionari comunali Piergiorgio Butteri, responsabile dell’area Manutenzioni e Patrimonio, e Giacomo Marinelli responsabile del servizio Protezione civile, gruppo che invece era rappresentato da Gesumino Fanizzi, nella doppia veste di volontario di Protezione Civile e luogotenente in forze alle Fiamme Gialle di San Benedetto, al quale si deve  l’occasione di contatto tra i due enti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 537 volte, 1 oggi)