SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Affidato l’incarico per i lavori della foce del torrente Albula. La progettazione definitiva ed esecutiva dell’intervento è stata assegnata ad Alessandro Mancinelli per un importo poco inferiore ai 40 mila euro. In passato l’ingegnere aveva stilato per il Comune anche la mappatura relativa alla condizione delle reti fognarie sambenedettesi.

La realizzazione del pennello costerà circa 1,3 milioni. Lungo circa 160 metri, si allungherà dal ponte di Viale Trieste fino a largo e servirà ad indirizzare i detriti trascinati dal torrente verso il mare aperto.

La speranza è quella di portare il progetto a gara entro l’autunno. Così facendo, i lavori partirebbero ad inizio 2015, sempre che il patto di stabilità non si metta di traverso.

Le analisi dell’Arpam hanno dato esito positivo. Ciò consentirà l’inserimento delle scogliere al di sotto del livello della sabbia. Al contrario, un responso sfavorevole avrebbe imposto un posizionamento a vista di massi.

I soldi rientrano nei 2,4 milioni di euro intercettati anni fa dall’allora onorevole Amedeo Ciccanti. 700 mila euro sono già stati utilizzati per la creazione della pista ciclabile in Via Manara ed altri 200 verranno investiti per la prosecuzione del tratto lungo Via Gino Moretti. Fino all’incrocio con Via Toscana la pista sarà ‘a sbalzo’, poi occuperà il marciapiede nel segmento che porta all’intersezione con Via Curzi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.380 volte, 1 oggi)