MACERATA – I risultati delle analisi compiute dai Ris di Roma su tre macchie ematiche rinvenute nella ditta edile di Sante Seminara (indagato per favoreggiamento e concorso di occultamento di cadavere) hanno dato esito negativo. Il sangue scovato non è di Pietro Sarchiè. Gli esami sono stati consegnati alla Procura di Macerata.

Nel frattempo è stato inserito tra gli indagati anche il figlio di Giuseppe Farina, con l’accusa di concorso in omicidio con altri autori da identificare. Salvatore, 19enne, sarà presto ascoltato dagli inquirenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 649 volte, 1 oggi)