GROTTAMMARE – Dalle 18.30 del 23 luglio, tra Grottammare e San Benedetto, si terrà la performance “Azione Albatro (Ali e Fede)” di Marco Casolino. L’artista romano, classe 1972, ha esposto le sue opere al Macro di Roma, alla 54a Biennale di Venezia curata da Vittorio Sgarbi e all’estero in numerose mostre personali e collettive.

La performance, realizzata in diverse città tra cui Amsterdam, Roma e Torino, si ispira alla celebre poesia di Baudelaire e materializza la condizione del poeta in un viaggio vero che vuole dimostrare come la memoria del vissuto spesso diventi fardello ingombrante. “I miei quindici metri di ali – afferma l’artista – sono il monumento alla mia vita passata e come l’albatro di Baudelaire sfida gli arcieri e le tempeste, io sfido le vie del mondo esponendo il mio goffo incedere agli sguardi sorpresi degli improvvisati osservatori, in un emblematico viaggio verso il mare, verso la riconquista della libertà”.

Dal lungomare sud di Grottammare, nei pressi della spiaggia libera numero 9, l’artista giungerà alla Palazzina Azzurra di San Benedetto dove alle 19.30 sarà allestita la mostra personale.

L’esposizione resterà visitabile presso la Palazzina Azzurra dal 23 al 26 luglio e dal 28 luglio al 3 agosto presso la Galleria Opus di Grottammare dove lunedì 28 luglio, alle ore 19, si terrà l’incontro con l’artista, presentato da Giarmando Dimarti.

L’iniziativa, supportata dai comuni di Grottammare e San Benedetto, è curata dalle associazioni Blow Up (XX Stagione Culturale), Fondazione Libero Bizzarri (XXI Festival Libero Bizzarri) e Nessunteatro (Rassegna No man’s island), in collaborazione con l’Associazione Culturale Rosa dei Venti e la Galleria Opus.  Il testo critico è a cura di Marta Silenzi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 339 volte, 1 oggi)