SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo Forza Italia, ecco il Movimento Cinque Stelle. I grillini sposano la protesta anti-abusivismo messa in piedi dal commerciante Francesco Costantini: “Chiede il rispetto delle regole e dei diritti da parte di tutti. Questo fenomeno sta mettendo in ginocchio il settore produttivo e distributivo”.
Il M5S ricorda che i venditori ambulanti regolarmente ottemperano a tutti gli obblighi ed oneri di legge, non riuscendo tuttavia a fronteggiare la lotta impari contro chi elude le norme.

“Lotta all’abusivismo sì, ma non ai vu-cumprà, come sempre sostenuto Costantini, perché questi uomini sono anch’essi vittime e schiavi della malavita. Questa lotta vuole anche informare e far riflettere i cittadini riguardo agli acquisti di quei prodotti contraffatti che hanno generato ed alimentano lo sfruttamento sociale e ambientale, invitandoli a declinare da quegli acquisti, perché in realtà sono sostegno di ingiustizia ed illegalità. Il nostro pensiero va poi alle Forze dell’Ordine che in questi giorni stanno affrontando, a spese della loro incolumità, un problema che rischia di diventare incontrollabile”.

Lo stesso Costantini ha infine voluto replicare al presidente del Cidec, Carmine Chiodi, che aveva affermato di non riconoscere più la figura dell’operatore all’interno del comitato. “La carica è decaduta nel 2012? A me non è stato mai comunicato niente di ufficiale”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 333 volte, 1 oggi)