MARTINSICURO – Il ponte ciclopedonale sul Vibrata, che collega Martinsicuro ad Alba Adriatica, è stato chiuso nei giorni scorsi per permettere alla ditta incaricata di effettuare i lavori di sistemazione dei tratti danneggiati.

Il “ponte di legno” era stato chiuso parzialmente ad aprile a seguito di un’ordinanza congiunta, firmata dai sindaci di Alba Adriatica e Martinsicuro, che aveva limitato l’utilizzo della struttura esclusivamente ai pedoni.

Ora, viste le criticità di alcuni tratti della struttura, si è deciso di chiuderlo totalmente e di effettuare i lavori. Una decisione che ha lasciato però scontenti operatori e turisti, perfettamente consapevoli dell’importanza di questo collegamento.

Ma il ponte dovrebbe riaprire al transito già nei primi giorni di agosto, anche se non sono mancati atti vandalici: come si vede dalle foto (di lunedi 21 luglio) le transenne sono state spostate e le grate di sicurezza sollevate, con le persone che transitano tranquillamente sul cantiere, anche in bici, mettendo a rischio la propria incolumità. 

“L’amministrazione comunale ha chiuso l’iter amministrativo per il ponte sul Vibrata con D. G. n. 86 del 19 Giugno 2014 – dice il sindaco di Martinsicuro, Paolo Camaioni –  Dopo alcune difficoltà di carattere burocratico, i lavori sono stati consegnati alla ditta dal tecnico incaricato in data 14 Luglio 2014. Da quella data l’impresa ha a disposizione 15 giorni naturali e consecutivi per terminarli. Ragioni di pubblica incolumità, abbinate al fatto che le transenne sono state ripetutamente rimosse in seguito a deprecabili atti vandalici, hanno indotto l’impresa a chiudere completamente il ponte, come da normativa sulla sicurezza. Attraverso i tecnici dei due Comuni stiamo effettuando sopralluoghi quotidianamente al fine di verificare lo stato dell’arte sollecitando la ditta a terminare prima possibile, nell’interesse di tutti (cittadini, turisti ed operatori)”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 829 volte, 1 oggi)