Samb. Ieri ho parlato con Vincenzo Sciocchetti per capire le sue intenzioni al riguardo del campo Europa. Mi ha detto: “Dopo che l’anno passato l’avevo dato gratis alla prima squadra della Samb, per la stagione 2014-15 abbiamo deciso di concederlo anche per le giovanili”.

Invece sull’ipotesi che la famiglia Marconi (Vincenzo è il nipote di Orlando, il ‘re del freddo’) possa prendere alcune quote della società rossoblu?

“Mai pensato a qualcosa di simile, il recente contatto che ho avuto con Moneti era finalizzato alla possibilità che il gruppo Mariner potesse gestire una scuola calcio con la denominazione Samb”

Avrete parlato di un accordo a lunga scadenza nel quale la Samb Calcio dovrà avere benefici importanti da una concessione del genere?

“Con Moneti no perché mi ha detto che di queste cose si interessa Noi Samb. Sono andato quindi a parlare con Barra e soci. Li ho lasciati con l’impressione che nell’Associazione non c’è una grande unità di intenti. Non dico che c’è ambiguità ma nemmeno una grande coesione. Mi daranno presto una risposta”

Al di là di quelli che possono essere gli interessi delle parti, sarei molto felice se la scuola calcio fosse affidata al nipote di Orlando Marconi e quindi alla sua famiglia. Tra l’altro il padre Franco era un ottimo calciatore oltre che tifoso della Samb come tutti i nostri coetanei. A volta certi affetti, fino a quando non si toccano con mano, è difficile verificarne la grandezza. Magari, dopo due-tre anni di scuola calcio “Samb”, la passione cresce e si allarga a tutta la famiglia Marconi che decide di fare quel passo che da tanti anni la città si aspetta. Chissà?

Dimenticavo una cosa per me molto importantE. Gli ho chiesto: che idee ti sei fatto delle attuali vicende societarie?

“Un sambenedettese vero non remerà mai contro la Sambenedettese calcio” Una  risposta che dimostra tutta la sua attenzione verso quanto è accaduto negli ultimi due mesi.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.045 volte, 1 oggi)