GROTTAMMARE – Riceviamo e pubblichiamo dall’Anffas Onlus di Grottammare.

In considerazione a quanto è successo presso la sede del Centro Socio Educativo Riabilitativo per persone affette da autismo “Casa di Alice” di Grottammare il personale dell’Anffas Onlus di Grottammare ed i soci tutti esprimono piena solidarietà nei confronti delle famiglie dei ragazzi e confermano la totale contrarietà a metodi violenti di contenimento.

Ci sono giunte telefonate e messaggi da parte di persone che, erroneamente, ci associano a quanto successo e precisiamo che non abbiamo nulla a che vedere con la gestione del Centro precisando che “Casa di Alice” è una struttura Comunale non gestita da noi.

Teniamo a comunicare che il nostro modello gestionale prevede la verifica attenta, minuziosa e continua da parte delle famiglie sulla qualità di tutti i nostri servizi nel rispetto della formazione dettata dalla Carta dei Servizi Anffas applicata su tutto il territorio nazionale.

Fatti come questo sono un campanello di allarme che merita una profonda riflessione, a tutti i livelli, nessuno escluso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.150 volte, 1 oggi)