CUPRA MARITTIMA – Ancora un altro successo per il Gruppo Storico Cuprense. Domenica 13 luglio a Porchiano, i revocanti di Artocria, una quarantina circa fra soldati, popolani, matrone, senatori, sacerdotesse, hanno dato vita ad uno spettacolo chiamato “Tra i calanchi con gli Antichi Romani”, un evento realizzato in occasione del Festival dell’Appennino.

Lo scopo della manifestazione era di valorizzare l’apertura ufficiale di una strada di montagna collegante Ascoli e Fermo, passando appunto per Porchiano, dove è collocato un punto strategico. L’importanza del luogo è data soprattutto dal ritrovamento di reperti che testimoniano la sua appartenenza all’epoca romana.

Alla manifestazione hanno partecipato: il presidente della Provincia di Ascoli Piero Celani, dell’assessore alla cultura Antonini e dei tanti escursionisti che si sono fermati a Porchiano.

Si sono esibiti: la danzatrice del ventre, le sacerdotesse hanno acceso il Fuoco Sacro, i soldati hanno eseguito alcune tecniche militari e di difesa come la testuggine, il muro, la difesa del vessillo e infine alcuni studiosi di archeologia sperimentale hanno ricostruito un combattimento tra Piceni. Il tutto arricchito dallo splendido sfondo dei calanchi, paesaggi unici che hanno contribuito a rendere emozionante la rievocazione. Momenti davvero apprezzati e applauditi dal pubblico che non si è risparmiato nel chiedere poi tantissime foto ricordo insieme ai nostri romani. Grande soddisfazione anche per il presidente del Gsc, Marco Malaigia, che ha naturalmente invitato tutti a recarsi a Cupra Marittima il 18, 19 e 20 luglio per assistere alla terza edizione di Artocria: i preparativi sono in fermento e lo staff è al lavoro da mesi per organizzare un’edizione coinvolgente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 444 volte, 1 oggi)