SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono state circa 50 mila le persone che dal 5 al 13 Luglio, a San Benedetto del Tronto, hanno partecipato alla quinta edizione di #Anghiò, scegliendo di abbinare il sole e il mare della Riviera delle Palme a una ricca esperienza enogastronomica e culturale interamente dedicata al pesce azzurro.

Il Palazzurro si è confermato ancora una volta cuore pulsante della manifestazione, con circa 50 mila assaggi, preparati utilizzando Pasta Mancini, pasta artigianale di grano duro, e 70 quintali di pesce. In vetta alle preferenze del pubblico, le specialità proposte dalFritto Misto Kitchen Staff che si è cimentato nella preparazione di Olive ripiene di pesce, Panzerotti di alici e fiordilatte e di Fiori di zucchine alici e fiordilatte. Premiate dai visitatori anche le ricette del ristorante Il Piccantino di Civitanova Marche: Cous Cous di pesce azzurro, Fishburger di pesce azzurro e Mozzarella in carrozza. Particolarmente apprezzati anche i piatti di Ennio Nunziato della Nuova Pescheria che ha proposto Mezzemaniche Mancini con battuto di alici, Alici in carpione, Tonno alla mediterranea e Sgombri in brodetto.

I Cooking show con Cene a Tema, raffinata novità dell’edizione 2014, hanno registrato il tutto esaurito. I rinomati Chef Aurelio Damiani, Massimo Garofoli, Simone Ventresca, Savino Giacomantonio, Marcello D’Erasmo, Paolo Orazzini, Ennio Nunziato, Claudio Urriani, ed Errico Recanati hanno deliziato il palato dei visitatori in un vero e proprio tripudio di gusto.

Calato il sipario sull’edizione 2014, Anghiò si prepara a sbarcare a Milano! “Il settore ittico, insieme a quello turistico, è l’attività trainante dell’economia cittadina”, ha ricordato il sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari. Non a caso, il Festival del Pesce Azzurro, è stato scelto dalla Regione per presentare l’eccellenza delle Marche e del Piceno a Expo 2015″.

Molto partecipati sono stati i due convegni che hanno richiamato l’attenzione sulla pesca come elemento fondante dell’identità storica delle Marche e sulle prospettive della Blue Economy.  Agli incontri hanno partecipato autorevoli relatori fra cui il Presidente della Regione Gian Mario Spacca e l’Europarlamentare Simona Bonafè che, a conferma del grande apprezzamento per la kermesse, ha scelto di festeggiare il suo compleanno proprio ad Anghiò.

Grande soddisfazione per il successo di Anghiò e per il considerevole incremento delle presenze è stata espressa da Stefano Greco della Tuber Communication che organizza l’iniziativa insieme all’Agenzia Sedicieventi, con il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Ascoli Piceno, Comune di San Benedetto del Tronto, Camera di Commercio di Ascoli Piceno e della suaagenzia Piceno Promozione. “La qualità delle materie prime, trasformate in raffinate ricette attraverso sapienti preparazioni, è stata apprezzata e premiata dal pubblico, spingendo i visitatori a tornare più volte durante la kermesse”, ha sottolineato Greco.

Al panorama culinario di grande rilievo proposto dal Festival non poteva che affiancarsi un’offerta di vini d’eccellenza, a partire dalla Passerina e dal Pecorino Doc.
Con l’intento di valorizzare caratteristiche e qualità del prodotto ittico, turisti e visitatori hanno potuto degustare i pregiati vini dell’Enoteca delle Marche, grazie alla guida esperta dei sommelier AIS – Associazione Italiana Sommelier sezione Marche. In collaborazione con il Consorzio Vini Picenos, l’Istituto Marchigiano di tutela Vini è stata inoltre promossa la produzione vitivinicola del territorio.

Notevole successo ha avuto anche l’area dedicata agli amanti del luppolo con il Birrificio Il Mastio che ha contribuito a consolidare l’abbinamento tra birra e pesce azzurro.

Particolare interesse è stato mostrato dai visitatori per la campagna Piceno Open, inserita nel progetto di filiera VINEA – QUALITÀ PICENA, con l’obiettivo di promuovere i prodotti a denominazione di origine controllata e quelli derivanti da agricoltura biologica del territorio piceno.

A mettere in vetrina gli eventi del territorio che promuovono e diffondono i prodotti dell’enogastronomia picena, ci ha pensato anche Piceno Senso Creativo, il progetto sostenuto dal Gal Piceno e realizzato dal Consorzio Piceni Art for Job, che con laboratori e raffinate degustazioni ha guidato i visitatori alla scoperta dei sapori e delle cucine della tradizione regionale.

Unendo la passione per la buona cucina a quella per il calcio, in tanti hanno seguito le partite del Mondiali 2014 davanti al maxischermo appositamente allestito per tifare insieme la propria squadra preferita.

Anghiò ringrazia Fiuggi, partner dell’evento con la degustazione di acqua nelle tre tipologie naturale, leggermente frizzante e frizzante inclusa nel ticket,e la Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus che sabato 5 Luglio ha atteso i visitatori presso il proprio desk informativo per divulgare informazioni sull’importanza della prevenzione e sulle opportunità di cura.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 361 volte, 1 oggi)