SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il suo nome è stato accostato a “A torto o a ragione”, nuovo programma di Raiuno che prenderà il via l’8 settembre nella fascia oraria che fu di “Verdetto Finale”. Ma Roberta Lanfranchi smentisce l’ipotesi di una proposta di conduzione, mettendo il teatro in cima ai suoi prossimi impegni.

“Non ne so niente, davvero. Da novembre a gennaio sarò di nuovo in tournèe con 7 spose per 7 fratelli. Ho firmato un contratto, non sarebbe comunque possibile”.

Per il court-show si è fatto anche il nome di Massimiliano Ossini, che a questo punto diventa il principale candidato. “Sono felicissima a teatro – prosegue la Lanfranchi – è la mia vita, è sempre bellissimo. Ogni volta che ho la possibilità mi ci tuffo. Massimo Romeo Piparo è una delle migliori firme nel panorama del musical”.

Arrivata a San Benedetto sabato pomeriggio in occasione del Beach Tennis Supervip, l’ex velina è ripartita in serata per affiancare la mattina seguente Filippo Firli su Rds. “E’ arrivata pure la radio – sorride – è una stagione importante, magica. Tutto è arrivato al momento giusto. Mi ero fermata momentaneamente per il terzo figlio; ci sono momenti in cui non sai cosa fare e altri in cui ti arriva tutto quanto assieme”.

Sei stata una delle rivelazioni della terza edizione di “Tale e Quale Show”. Che esperienza è stata?
“La definisco una grande scuola. Era come stare sui banchi, avevamo lezioni di canto e di imitazione. Entravamo ed uscivamo dalle aule. Prince e Mika sono stati i due personaggi più intriganti da impersonare”.

Possiamo ritenerla la nuova frontiera del varietà?
“I programmi ben fatti sono sempre apprezzati ed amati. Non mi ha stupito l’alto ascolto, la gente è stufa di vedere le stesse cose. Vedere personaggi noti mettersi alla prova in certe sfide piace al pubblico”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 424 volte, 1 oggi)