SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di Villa Petrocchi è rimasto in piedi solo il garage e la facciata est dell’abitazione. In questi giorni infatti, oltre alla rimozione delle canne fumarie, sono state buttate giù anche le parti pericolanti del manufatto di Viale Marconi.

La segnalazione partì ad aprile dalla stessa proprietà, a tutela della pubblica incolumità. Terminato l’intervento, Villa Petrocchi tornerà sotto sequestro.

I lavori hanno scatenato le proteste di turisti e residenti. Sul posto era comunque presente una cisterna adibita a spruzzare acqua proprio per evitare il sollevamento della polvere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 898 volte, 1 oggi)