CUPRA MARITTIMA – Torna da venerdì 18 a domenica 20 luglio,per la sua 3^a edizione a Cupra Marittima, la tanto attesa manifestazione storico-culturale Artocria. Una rivisitazione che vuole raccontare dei personaggi e delle usanze cuprensi nell’età antica; com’era Cupra al tempo dei romani.

L’evento è stato portato a Cupra dall’ex assessore al turismo Marco Malaigia 3 anni fa, e come ogni anno garantiscono la loro partecipazione, il comune di Cupra, l’Archeo Club e soprattutto la Proloco e al presidente Pino Neroni, grazie anche al gruppo della “Archeologia Sperimentale”, il quale si occupa della ricostruzione dell’abbigliamento guerriero pieceno, e infine grazie anche ai collaboratori, fra i quali ricordiamo Marilena Ciarrocchi, Gabriele Di Fiore, Carla Civardi e Pietro Talamonti . Quest’anno la manifestazione si svolge soprattutto presso il lungomare nord di Cupra, con lo scopo di rivalutare una zona del paese da tempo in disuso. Il tutto è caratterizzato dalla maestosa presenza di spettacoli, stand, oggetti e costumi antichi e dimostrazioni culturali.

L’amministrazione è soddisfatta di come viene accolta ogni anno questa rievocazione, dal momento che si distacca dalla scelta di temi medioevali, come accade spesso in altri contesti cittadini. In questa settimana vengono apportati gli ultimi ritocchi a quello che viene considerato uno degli eventi più spettacolari dell’estate cuprense.

 

PROGRAMMA EVENTI

Venerdì 18 luglio.

Ore 19 Stand gastronomici presso il parco “S. Benedetto martire” (lungomare nord)

Ore 21.30 – Presso il campum et macer parco “S. Benedetto martire” viene presentata la commedia dal titolo “Tu velim et Basilo et quibus praeteria videbitur…” (…e la storia di roma passò per Cupra). Lo spettacolo si divide in due parti: la prima ha come tema l’ambientazione, consiste in una lettura, per entrare nella Cupra antica (testo a cura dell’archeologo Gianluca Trionfi). La seconda parte, recitata (scritta dal prof. Mariano Malavolta, docente di storia romana presso l’università di Torvergata, Roma).

La rappresentazione teatrale ha come protagonista il cuprense Lucio Minucio Basilo, prima questore e magistrato, poi uno dei più valorosi collaboratori di Giulio Cesare. Egli fu fra i 23 pugnalatori di Cesare, amante dell’antica costituzione repubblicana e convinto restauratore della legalità. La vicenda narra della lettera in cui Cicerone chiede al suo amico Attico di scrivere a Basilo. Cicerone partecipò al cesaricidio ma la sua fu una presenza dubbia. L’oratore alla notizia della morte di Cesare, aveva scritto a Minucio Basilo una lettera di congratulazioni.

Interpreti: Lucio Minucio Basilo (Arnaldo Adami); Marco Livio Gallo (Salvo Lo Presti); Tito Bebio Potito (Francesco Casagrande); Publio Sentio Felice (Lucio Spina); Giulio Cesare (Pino Neroni); Genius Ioci (voce di Carla Civardi).

Sabato 19 luglio

Ore 17Presidi con drapelli di”Milites”; animazione per bambini con sporadici combattimenti gladiatori.

Ore 19 Inizio del Mercato romano antico con animazioni dei rievocanti.

Ore 19 – presso il Castrum “Oasi Lungomare Nord”, apertura stand gastronomico e distribuzione di cibo. Lo stand prevede la distribuzione di specialità tipiche dell’epoca, preparate e rivisitate dai ragazzi dell’IPSSAR di San Benedetto.

Ore 21.30 – presso Campum et macer “Parco S. Benedetto martire” inizio degli spettacoli:

“Sacer Ignis, Gladiatore ser Proelium” (il fuoco sacro, i gladiatori e la battaglia); nello specifico, i riti e il fuoco sacro (ore 21.30), gladiatori (ore 22.30), la seconda battaglia di Bedriaco (23,15). La battaglia di Bedriaco vede in un campo di battaglia 4 legioni, queste garantiscono al pubblico la spettacolare rappresentazione di un assetto di guerra e la simulazione di un violento combattimento finale, tali da raggiungere i più alti livelli di realismo.

Domenica 20 luglio

Ore 9“Legionari nell’Urbe”; ossia presidi con drappelli di Milites sul lungomare e per le vie del centro con sporadici combattimenti di gladiatori a titolo dimostrativo. Declamazione dell’antica Cupra in diversi punti della città

Ore 11 “Rito delle Vestali” (lungomare sud, spazio Flammini)

Ore 17 Inizio corteo storico che ha come percorso: piazzale stazione Beyfin – statale sud – P.zza Libertà – Via Garibaldi – Hotel La Perla – lungomare nord – Hotel Oasi.

Ore 19 – Presso il Castrum “Oasi Lungomare Nord”, apertura stand gastronomico

Ore 21.30 – presso campum “s. Benedetto martire” spettacoli: “Captio virginis” (presa della vergine, e alle ore 22.30 il “Harpastum” (antico gioco del calcio romano, praticato dalle antiche legioni a presidio dei confini)

 

P.S. Ingresso a pagamento ai soli spettacoli

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 816 volte, 1 oggi)