SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Non condivido l’idea di far portare il pasto da casa, ma non la considero affatto una discriminazione”. Margherita Sorge tenta di chiudere la polemica sui centri estivi, ricordando come il Comune abbia abbassato da 5 a 3 euro il costo dei buoni pasto per i piccoli utenti.

A far scoppiare il caso era stato Sergio Pezzuoli. La cooperativa Tangram aveva lanciato l’opzione del pranzo al sacco per chi avesse voluto muoversi in autonomia. “Dove compare il logo del Comune vanno garantite le condizioni minime di uguaglianza”, accusò l’esponente dei Diversamente Democratici. “Così facendo i bambini vanno a tavola con opportunità differenti”.

Una vicenda assai simile a quella di Pomezia, nonostante l’assessore alle Politiche Sociale respinga categoricamente il paragone. “Una situazione ben diversa. Lì si trattava di una mensa scolastica e fu discriminazione in senso stretto; i centri estivi sono autonomi”.

La Sorge ha specificato che la proposta della doppia chance fu precedente all’abbattimento del prezzo del servizio. “L’amministrazione è riuscita pure a finanziare un fondo per l’esonero dalla retta di 82 bambini di famiglie della nostra comunità con reddito basso, oltre a uno sconto del 50% sull’iscrizione dal terzo figlio in poi e a un fondo per i portatori di handicap”.

L’iniziativa del pasto da casa non riguarda tutti i centri. In sei hanno partecipato alla gara pubblica indetta a maggio. A Tangram si aggiungono Koinema, Polisportiva Gagliarda, Capitani Coraggiosi, A Piccoli Passi e Veritatis Splendor.

Chiamata in causa, la Tangram ha quindi ricostruito la vicenda: “Piuttosto che dare il là a strumentalizzazioni politiche si sarebbe potuto parlare con i genitori dei ragazzi. L’ipotesi è nata dai bambini e non possiamo accostare la figura della scuola a quella di un centro delle vacanze. Ci sono principi diversi. Se tra un anno venisse reinserita la mensa comunale saremmo felicissimi. Ma dovremmo bandire definitivamente la possibilità del pasto portato da casa”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 752 volte, 1 oggi)