SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo aver stazionato per settimane in spiaggia, la protesta si è spostata in centro in pieno mercato settimanale. Francesco Costantini, commerciante ed esponente della Cidec, ha installato martedì mattina la sua bancarella abusiva (con tanto di bandiere tricolore) sotto il pontino di Viale Secondo Moretti, allontanandosi dalla postazione tradizionale di Piazza Battista.

Una protesta stoppata dopo qualche ora dall’intervento dei Vigili Urbani, che hanno invitato Costantini a rimuovere la merce. Per lui nessuna multa, dal momento che all’esposizione non è seguita la vendita.

Voglio vedere se venerdì saranno così celeri a mandar via chi verrà al mio posto”, tuona Costantini. “Sono un ambulante iscritto a tutti gli albi, con regolare licenza di vendita, a differenza di tantissimi abusivi che ci stanno togliendo il lavoro”.

Costantini si sente solo, abbandonato dalle istituzioni e da quei colleghi che non si spingono oltre alla mera solidarietà. “Il Comune è latitante su questa problematica, a differenza di altri comuni che si sono attivati in difesa dei venditori onesti. E’ pure un problema di ordine pubblico. Non chiediamo l’impossibile, ma solo di applicare le leggi come hanno fatto e stanno facendo molte realtà che hanno voluto aprire gli occhi. Segnalo infine che mentre io sono stato costretto a sloggiare, gli abusivi hanno riaperto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.665 volte, 1 oggi)