GROTTAMMARE. Continuano ad avere un grandissimo successo le mostre di Franco Luciani, un’artista unico nel panorama nazionale ed europeo. Un uomo di grande spessore che costruisce, è la parola giusta, quadri autentici con la tecnica dell’intarsio. Veri capolavori del suo territorio piceno che rimarranno in eterno a testimoniare piazze e panorami ai quali anche il miglior fotografo del mondo non riuscirebbe a rendere il giusto merito.

Nei suoi capolavori riproduce alla perfezione tutti i particolari del posto nei suoi colori reali e suggestivi. Miracolo dei miracoli non usa una goccia di vernice ma solo pezzi di legno, grandi e minuscoli, nel loro colore naturale. Franco è talmente sicuro della validità delle sue opere che, fissato il costo giusto che nessuno più di lui può misurare, non scende di un centesimo “So come nascono i miei quadri che che sono frutto sì di tanto lavoro ma principalmente di una passione vera per l’arte che non mi piace svendere ma nemmeno specularci. Preferisco tenerle in casa le mie opere se l’acquirente non accetta la mia richiesta economica. Insomma non faccio quadri in serie per arricchirmi, continuo invece a passare giornate intere nella mia falegnameria di via Carducci a San Benedetto dove continuo a fare il mio lavoro di falegname, più per accontentare amici e bisognosi“.

Luciani è un uomo così e se lo andate a trovare nel suo “studio” vi mostra i suoi ‘capolavori in corso’ ma con orgoglio anche le foto di quando giocava nella Sambenedettese, in serie B, come portiere. In primo piamo insieme a Sivori e Charles quando vennero al “Ballarin” per incontrare la Samb in Coppa Italia “Dovevo giocare ma Eliani all’ultimo momento preferì schierare Edo Patregnani“.

Tornando alla mostra attualmente in corso presso le sale del Kursaal a Grottammare, da qualche anno lavora in comunione con un’altra grande artista, Tiziana Di Lorenzo (la moglie dell’ex campione del mondo di pattinaggio Romolo Bugari), che sta riscuotendo grandi consensi con i suoi bellissimi quadri tutti dedicati ai gatti, la sua grande passione. Il nome della mostra è emblematico e significativo: “i Gatti e i Legni“, Insomma un’accoppiata vincente.

La mostra inaugurata il 29 giugno sarà aperta anche nei week end del 5 e 6 luglio e del 19 e 20 luglio. Orari: 16-19 e 21.30-23.30. Il libro delle presenze è già strapieno di firme di residenti in Riviera e di turisti che non credono ai loro occhi di fronte a certi capolavori. Vedere per credere.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 435 volte, 1 oggi)